LA RASSEGNA DI FILM A TEMATICA GAY-LESBICA E' SOSPESA PER PAUSA INVERNALE. RIPRENDERÀ IN PRIMAVERA I GIOVEDÌ ALL'ACROBAX. RINGRAZIAMO TUTTI COLORO CHE HANNO PARTECIPATO.
Per avere notizie in tempo reale sulla sua ripresa, scrivi una email a buzz.intercultura@autistici.org con oggetto "mailing list"
ECCO IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA:
VOLTURNO QUEER VISION

-----------------------------------------------------------------------------  - Ore 18,00: Proiezione dei seguenti cortometraggi:

1. Cortometraggio: "A cuestas, con mis padres" (Spagna 2008, 3 min.): commedia girata in tono surreale; da quando Pedro ha confessato ai suoi genitori di essere gay, non riesce a levarseli dalla testa...
Diretto da Vicente Bonet con Isabel Gadea e Marcos García, la colonna sonora é di Roberto Pérez, che tra l'altro interpreta il personaggio di Alberto nella famosa serie spagnola a tematica gay "Lo que surja" [Quel che viene]. Il resto della troupe é formata da Héctor Alabadí (produzione e montaggio), Lucía Forner (direttrice della forografia), José Caín Giménez (Cineoperatore) y María Ferrer (Colonna sonora), tutti studenti del 5º anno di comunicazione audiovisiva.
Dopo essere stato per quattro settimane al primo posto della lista dei video del festival piú visti su internet, é stato premiato con il premio conferito al "Rey del Box Office", per essere stato il cortometraggio che per piú tempo é rimasto nella lista.
Le basi principali del corto sono, da un lato la sua ironia ed originalitá, e per l'altro l'eccellente interpetazione dei suoi protagonisti Marcos García e Isabel Gadea.

2. Cortometraggio: "Superfag" (USA, 2002, 25 min.): Tratto dalla raccolta "Superqueer", é la storia del supereroe "Superfag" (Superfrocio) e "Disco Diva" la sua super drag-queen madre, che lottano contro il professore "Testa-di-minchia" che vorrebbe distruggere il desiderio omosessuale, e il ragazzo del nostro eroe é in pericolo... "Audience Arward" al Gay and Lesbian Festival di Palm Spings 2002.
3. Spot tv: "La multa" (Italia 2009, 30 sec.): Un poliziotto si avvicina a un automobilista consegnandogli un foglio di carta che sembra una multa ... La cosa curiosa é che questa pubblicitá è italiana, ma non é mai stata ne tramessa ne diffusa in Italia e noi abbiamo avuto il filmato dalla Spagna.

4. Cortometraggio: "Llove3.com" (Messico 2008, 3 min.): Una storia di amore virtuale. Juan e Ana, dopo essersi sentiti per lungo tempo via chat, decidono di organizzare un incontro, volendosi dare un'opportunitá lasciandosi dietro il computer. Arriva questo giorno, e per riconoscersi, Juan avrá in mano una margherita. Arrivano insieme nel posto accordato, e Ana si sorprende quando vede che Juan in realtá é Juana... Patrocinato dall'Universitá di Monterrey (Messico).

5. Spot TV: "El mismo amor, los mismos derechos" (Argentina 2010, 50 sec.): Pubblicitá sovvenzionata dal "Istituto Nazionale Contro La Xenofobia, La Discriminazione e Il Razzismo" per favorire l'accettazione sociale delle coppie gay, che in Argentina, grazie alla via giudiziaria della costituzionalitá e il successivo voto favorevole del Parlamento, dall'inizio dell'anno possono unirsi in matrimonio.

6. Cortometraggio: "Una robe d'été" (Francia 1996, 15 min.): Sesso e amore, anzi pansessualità e amori vissuti gioiosamente. L'impianto, l'ambientazione e il racconto dei protagonisti sembrano un film di Eric Romher ma la rarefazione esterrefatta e platonica del Maestro qui vira in una abbacinante carnalità: l'estate al mare di un adolescente che scopre l'erotismo tra le braccia di una ragazza grandicella per lui e con un suo coetaneo, compagno di vacanza. Le note di Bang Bang (versione francese di Sheila), la canzone gaya e melò che, nel siparietto iniziale, ballato e inquadrato in campo medio a evidenziarne la distanza quasi teatrale, traina la vicenda verso una progressiva esposizione dei corpi e dei coiti, sempre più disinibiti e leggeri, vissuti con grazia e riconoscenza. Un primo assaggio delle magnifiche ossessioni di François Ozon che sfoceranno coi lunghi (Amanti Criminali, Sotto la Sabbia, Swimming Pool) nella rilettura del melò, tra ragione e sentimento, eros e potere, sull'asse drammaturgico già tracciato dal trio, Sirk-Fassbinder-Almodóvar (Torino GLBT film festival). In questo corto, tutti gli stereotipi vengono rotti: il luogo comune vuole che si possa avere una storia fissa eterosessuale e solo avventure a livello omosessuale, e qui avviene il contrario; altro luogo comune vorrebbe la coppia stereotipata nei ruoli sessuali secondo l'apparenza, e anche per questo qui avviene il contrario.
7. Spot TV: "Spot contra transfobia": (Argentina 2010, 1 min.): Questo spot contro la transfobia fa parte di una campagna molto piú vasta che compende anche l'omofobia e che va in onda in TV nella provincia di Salta (Argentina settentrionale al confine con la Bolivia e il Cile). È come se in Italia la provincia di Caltanissetta facesse trasmettere degli spot analoghi.
-----------------------------------------------------------------------------
- Ore 19: Film "Sommersturm"
regista: Marco Kreuzpaintner
GENERE: Romantico
ANNO: 2004
NAZIONE: Germania
DURATA (min.): 98
LINGUA: Tedesco
SOTTOTITOLI: Italiano (a cura di Buzz Intercultura)


Finalmente una storia di coming out bella, romantica, dolce, ironica e a lieto fine. Tobi e Achim sono amici da sempre, canoisti, rematori nella stessa squadra, inseparabili. Arriva l’estate e insieme ai loro compagni partono per un campeggio, l’obiettivo: vincere la gara nazionale di canottaggio per giovani atleti.
Achim, il bel morettino diciottenne, scopre di essere follemente innamorato della seducente Lara. E lo confida a Tobi. Energico e tenero, Tobi, è frastornato dalla notizia. E poco alla volta scopre di essere a sua volta follemente innamorato: di Achim. Ma cosa può fare un giovane canoista etero che si scopre innamorato del suo compagno di squadra?
Tra le dieci squadre in competizione, oltre a quella di un gruppo di simpatiche cielline integraliste, arriva al campeggio estivo anche una squadra di ragazzi gay. Fanno parte del Queer team e arrivano dalla super-liberal Berlino.
Mentre il dramma di Tobi sembra prendere il sopravvento, il cast eccezionalmente sexy, di una bellezza innocente e pura, aiuta a mantenere l’occhio vigile e attento. Finché una sera, poco prima del tramonto, un improvviso e violento temporale estivo scatena la fine del mondo.
Ma cosa c’è di più romantico di una foresta illuminata a tratti dai lampi e di un cielo scuro squarciato da potenti e fragorosi tuoni? Il coming out che tutti avremmo sognato di fare. Con un finale inaspettato, Summerstorm è diretto con stile dal brillante esordiente Marco Kreuzpaintner. Sincero e commovente. (cinemagaylesbico.com).

Trailer:


-----------------------------------------------------------------------------

- Ore 20,30: Trattoria “Ar Volturno” dove potremo gustare le delizie della casa!

-----------------------------------------------------------------------------

- Ore 21,30: Proiezione dei seguenti cortometraggi:

1. Spot TV: "Igual A Você" (Brasile 2009, 2 min.): Massiccia campagna pubblicitaria TV contro la discriminazione e il razzismo lanciata in Brasile a favore di gay, lesbiche, transessuali, professioniste del sesso, persone con HIV, popolazione di colore, tossicodipendenti. Una lezione dal Brasile su come la televisione possa essere usata come mezzo di divulgazione di cultura all'accettazione del diverso. Abbiamo scelto lo spot contro la discriminazione delle lesbiche.

2. Cortometraggio: "Cuentaselo todo" (Spagna 2006, 30 sec.): Moises Romera e Marisa Crespo riescono a condensare una storia con una struttura classica in 30 secondi (il corto ha ricevuto piú di 20 crediti).
3. Cortometraggio: "I accept me!" (Pakistan 2011, 3 min.): E' l'ora del te e un ragazzo va in una tipica casa da te pakistana. Li si incrociano gli sguardi con un altro ragazzo, ma si avrà il coraggio di andare oltre lo sguardo?
4. Cortometraggio: "Si nos dejan" (Messico 2008, 4 min.): Puó succedere di tutto ai tavoli di un bar che si chiama "il bacio"... Il titolo del cortometraggio e la colonna sonora sono ispirati ad una canzone d'amore classica latinoamericana ed è patrocinato dall’Universitá di Cittá del Messico.
5. Spot TV: "El padre" (Messico 2007, 30 sec.): Campagna contro l'omofobia trasmessa in Messico in tv con copertura nazionale.

6. Cortometraggio: "Cosa bella" (USA 2006, 15 min.): Scopamiche? Amiche intime? ¿Cosa definisce una relazione universitaria che si é trasformata in una passione nella vita reale? Delphine, una ragazza francese, sexy, sposata e capricciosa, é innamorata di Belle, la sua migliore amica dell'universitá, una bella desiner di successo di Nueva York. Belle pone fine alla sua relazione clandestina durata anni, pero trova una gran resistenza in Delphine, che é abituata ad “avere tutto”. E cosí le due amanti si incontrano per l'ultima volta. Quando il marido di Delphine si accorge che c'é qualcun altro ha rubato il cuore alla sua giovane sposa, finalmente, arriva l'ora che Delphine deve prendere una decisione adulta.
7. Cortometraggio: "Rock Bottom" (USA 2002, 22 min.): Droga, prostituzione e sentimenti teneri e romantici si intrecciano in questa storia. Un giovane tossicodipendente prosituto si imbatte in uno scrittore solitario...
8. Spot TV: "¡Tu, eres el diferente!" (Spagna 2010, 30 sec.): Pubblicitá contro l'omofobia (impensabile in Italia) trasmessa in Spagna in occasione del 17 maggio, giorno mondiale contro l'omofobia.
-----------------------------------------------------------------------------
- Ore 22,20: Film: "Madame Satã":
regista: Karim Ainouz
GENERE: Drammatico
ANNO: 2002
NAZIONE: Brasile
DURATA (min.): 105
LINGUA ORIGINALE: Portoghese
SOTTOTITOLI: Italiano (a cura di Buzz Intercultura)


Il film racconta la vita di Joao Francisco Dos Santos (1900-1977), conosciuto anche come Madame Satã, un personaggio reale famoso negli anni 20 e 30 a Rio de janeiro. Criminale leggendario, orgoglioso di essere omosessuale, stella del cabaret, amante appassionato, assassino e padre devoto di sette figli adottati. Figlio di schiavi nelle aride terre del nordest brasiliano, venduto da sua madre a solo 7 anni, affermó la sua libertá nel malfamato quartiere La Lapa di Rio De Janeiro. Lo straordinario ritratto dei trionfi e le tragedie di questo esplosivo personaggio si apre in contrasto con lo sfondo sordido de La Lapa. Un mondo rivisto attraverso la violenza ed il desiderio, dove i sogni ad occhi aperti stanno insieme alla povertá ed alla miseria.
Trailer:

SOSTIENICI:

Copia e incolla questo codice nel tuo blog o nel tuo sito, avvertici e noi faremo altrettanto.

BANNER PICCOLO:
buzz intercultura


BANNER MEDIO:
buzz intercultura


BANNER GRANDE:
buzz intercultura