CINEFORUM S. PAOLO GAY: FILM INEDITI A TEMATICA GAY-LESBICA DAL MONDO SOTTOTITOLATI IN ITALIANO
Tutti i giovedí alle 20.30 all'ACROBAX (ex Cinodromo), via della Vasca Navale, 6 - ROMA (metro S. Paolo) [COME ARRIVARE].
Cena sul posto dalle 19.30, ampio parcheggio, LOCALE RISCALDATO.
INGRESSO A OFFERTA LIBERA

PROGRAMMA DI GIOVEDÍ 6 NOVEMBRE ALLE 20,30 ALL'ACROBAX:
Film gay inedito: "Morgan"

regista: Michael D. Akers
GENERE: Romentico / Drammatico
ANNO: 2012
NAZIONE: USA
DURATA (min.): 90
LINGUA ORIGINALE: Inglese
SOTTOTITOLI: Italiano (a cura di caprenne@gmail.com)

FLASH: Morgan è un atleta gay che è rimasto paralizzato su una sedia a rotelle. La sua vita cambia completamente quando incontra Dean e la loro amicizia si trasforma pian piano in qualcosa di più. Quando Morgan decide di partecipare ad una competizione su una bici adattata e per vincere mette a rischio la sua stessa vita, Dean scappa via disperato. Ora Morgan si trova in un momento cruciale, tra quello che vuole e quello di cui ha bisogno...

STORIA COMPLETA: Morgan (Leo Minaya) è un giovane atleta gay di New York che in seguito ad un incidente è rimasto paralizzato, condannato per sempre su una sedia a rotelle. Adesso vorrebbe tornare da essere indipendente, ma scopre sempre più che il suo nuovo mondo è fatto di solitudine e frustrazione. La sua vita cambia completamente quando incontra, sul campo di pallacanestro, Dean Kagen (Jack Kesy), un giovane e premuroso agente immobiliare alla ricerca di se stesso mentre si prende cura della madre ammalata. La loro amicizia, iniziata per l'interesse di entrambi alla pallacanestro, si trasforma pian piano in qualcosa di più. Adesso Morgan può pensare che il fatto di trovarsi su una sedia a rotelle non significa che la sua vita debba essere per forza infelice. La sua nuova storia d'amore non ha nulla da invidiare a chiunque. Dean, contrariamente ai genitori e agli amici di Morgan, appoggia la sua decisione di partecipare ad una competizione su una bici adattata, nella stessa pista dove in una gara aveva perso la capacità di camminare. Ma quando Morgan, per vincere, mette a rischio la sua stessa vita, Dean scappa via disperato. Ora Morgan si trova in un momento cruciale, incerto tra quello che vuole e quello di cui ha bisogno... Bravissima la regia a raccontarci quella che potrebbe essere una normale storia d'amore, partendo da due soggetti molto differenziati, ed inizialmente impacciati, fino a farci dimenticare, come i protagonisti, l'eccezzionalità della situazione. Bravi anche i due attori che ci trasmettono molto bene l'impegno e la chimica che nasce tra i due protagonisti, fino all'esplosione di un intenso sentimento. Morale: nella vita è più importante essere consapevoli di quanto abbiamo ottenuto che continuare a cercare qualcosa di lontano e forse irragiungibile. (cinemagay.it)

Prima del film proietteremo alcuni video e cortometraggi sottotitolati in italiano ed inediti in italia.

1. Cortometraggio: "Boys beware" [Attenti ragazzi] (USA 1961, 10 min.): Cortometraggio "educativo" che veniva proiettato nelle scuole in cui si avvertivano i ragazzi sul pericolo che potevano rappresentare coloro che soffrivano di una "malattia invisibile e contagiosa": l'omosessualità. Il corto è stato ripetuto nel 1973. Un cortometraggio dal valore storico che ci fa capire come siano cambiati i tempi negli USA, visto che adesso nelle scuole vengono proiettati cortometraggi contro l'omofobia come questo.

2. Spot TV: "Visibilità trans di giorno e di notte" [Visibilidad Trans de dia y de noche] (Spagna 2011, 2 min.): Eccellente lavoro della Fundación Triángulo (seconda associazione LGBT spagnola) sulla comunità trans. Il lavoro, finanziato dal governo spagnolo e dalla regione Andalusia, pone l'accento sul fatto che le trans hanno diritto ad essere visibili sia di giorno che di notte.

Morgan:
Trailer: Alcuni fotogrammi del film:
Boys beware:

Visibilitá trans di giorno e di notte:

SOSTIENICI:

Copia e incolla questo codice nel tuo blog o nel tuo sito, avvertici e noi faremo altrettanto.

BANNER PICCOLO:
buzz intercultura


BANNER MEDIO:
buzz intercultura


BANNER GRANDE:
buzz intercultura